Ernia inguinale – Trattamento e recupero

Ernia inguinale e tempistiche dei trattamenti

L’ ernia inguinale richiede determinati trattamenti specifici per essere curata.

Qualsiasi trattamento si decida di operare è opportuno conoscere anche le tempistiche necessarie sia per la fase chirurgica che per la fase successiva, che comprende il recupero delle normali attività.

ernia inguinale

Ernia inguinale –   fase ospedaliera

Il trattamento ospedaliero spesso rappresenta un fattore che incute una certa paura nel paziente, che rimanda l’intervento chirurgico causando solo complicazioni varie.

Fare chiarezza sulle tempistiche nei trattamenti dell’ernia inguinale può essere d’aiuto per capire che la soluzione è semplice e veloce.

 

Se non si tratta di casi particolarmente gravi, la durata del ricovero, che comprende anche l’intervento di chirurgia scelto, dura appena qualche ora. Si parla di day-hospital o day-surgery, perché solitamente si entra in ospedale la mattina e nel pomeriggio si può tranquillamente tornare a casa, salvo casi eccezionali.

L’operazione chirurgica ha una durata abbastanza breve, che non supera i 60 minuti di tempo a seconda dei casi. Le tempistiche nei trattamenti sono piuttosto ridotte in entrambe le soluzioni chirurgiche effettuate, la tecnica laroscopica e l’operazione chirurgica convenzionale.

Le nuove tecniche laparoscopiche e robotiche,inoltre, eseguite tramite speciali apparecchiature e da team specializzati come InternationalHerniaCare , permettono di ridurre al minimo la degenza del paziente e la dimensione della cicatrice.

Ernia inguinale –  fase di recupero

Dopo essere stati operati di ernia inguinale si può tornare a casa senza accusare forti dolori o particolari fastidi. Il recupero è molto veloce e, soprattutto se l’intervento scelto è la laroscopia, il paziente può tornare a svolgere le normali attività giornaliere già nei giorni seguenti.

Le normali precauzioni del caso richiedono alcuni accorgimenti per evitare eventuali infezioni e per non accelerare il normale processo di guarigione:

  • Igiene personale. Il paziente deve aver cura di lasciare la parte medicata sempre molto pulita, senza bagnarla o tenerla in contatto con agenti esterni. In questo modo si evita la possibilità di infettarla.
  • Ripresa delle azioni quotidiane. Solitamente le attività quotidiane possono essere riprese quasi subito, ma senza compiere sforzi eccessivi e alternando ogni movimento con frequenti pause, per evitare l’insorgere di dolori.
  • Sforzi pesanti. Nelle prime settimane è bene evitare qualsiasi sforzo particolarmente pesante che possa causare una pressione eccessiva sulla zona interessata.
  • Attività lavorativa. Bisogna fare una distinzione fra lavoro sedentario e lavoro manuale. Nel primo caso si può tornare a svolgere i propri compiti già dopo la prima settimana, mentre nel secondo è consigliabile aspettare almeno un mese o 45 giorni.

In linea di massima l’intervento chirurgico per l’ernia inguinale non causa delle grosse difficoltà e la quotidianità viene presto ristabilizzata nel giro di pochi giorni.

 

1 Comment

  1. A WordPress Commenter | | Reply

    Hi, this is a comment.
    To get started with moderating, editing, and deleting comments, please visit the Comments screen in the dashboard.
    Commenter avatars come from Gravatar.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *